Questa società di software grafico con sede a Ottawa detiene ora Bitcoin come attività di riserva

Non molto tempo fa abbiamo appreso che la società di servizi finanziari da un miliardo di dollari MicroStrategy aveva deciso di trasferire metà della sua riserva di liquidità in Bitcoin. Ora un’altra nuova promettente azienda ha deciso di scambiare la sua riserva di liquidità con la Bitcoin.

La società di software grafico con sede a Ottawa

Snappa, la società di software grafico con sede a Ottawa, ha annunciato che trasferirà anche gran parte della sua riserva di liquidità alla Bitcoin.

Il co-fondatore Chris Gimmer ha pubblicato sul suo sito web una spiegazione della nuova filosofia della società.

Gimmer ha iniziato il suo discorso con una domanda. „Preferirebbe risparmiare denaro in una valuta la cui offerta si gonfia ogni anno? O preferirebbe risparmiare in una valuta la cui fornitura terminale è programmata?“.

Ha poi spiegato che le condizioni di incertezza in tutto il mondo potrebbero portare a una svalutazione del denaro fiat. Ha anche espresso la sua lamentela nei confronti del conto di risparmio di Snappa dopo che la banca ha tagliato il tasso d’interesse allo 0,45 per cento. Ha spiegato che detenere denaro contante in questo modo avrebbe di fatto diminuito il valore delle loro partecipazioni rispetto all’inflazione nel tempo.

Nella sua missiva, Gimmer ha fatto in modo di differenziare anche Bitcoin Code dall’oro. Ha spiegato che per Snappa il Bitcoin era più una scelta sensata rispetto all’oro in questo momento, grazie alla sua funzionalità.

Egli sostiene che il Bitcoin ha battuto l’oro

Egli sostiene che il Bitcoin ha battuto l’oro nelle aree della fungibilità, della verificabilità e della divisibilità. E anche se la lunga storia dell’oro dimostra che è un buon deposito di valore, la fioritura del Bitcoin crea molte opportunità di crescita.

„Il Bitcoin esiste solo da 11 anni e si trova ancora nelle primissime fasi di diventare un negozio di fiducia di valore. Questo però può essere visto come un’opportunità, dato che il potenziale futuro del Bitcoin non ha ancora un prezzo“.

Ha anche detto a Coindesk che quasi la metà delle loro attuali riserve di liquidità sono ora in Bitcoin, ma hanno intenzione di continuare ad accumularne altre.

„Stiamo ancora accumulando monete, e non abbiamo intenzione di venderle a breve“, ha detto Gimmer a CoinDesk. „Se abbiamo ragione su dove sta andando il Bitcoin, la nostra allocazione potrebbe diventare molto alta“.

Il co-fondatore di Morgan Creek Digital e noto influencer Bitcoin, Anthony Pompliano ha preso atto del nuovo movimento nel settore bitcoin.

„Ecco la terza società che conosco che ha scelto di convertire il proprio patrimonio di riserva da dollari a Bitcoin. Ancora non credo che per un po‘ di tempo questo diventerà un trend popolare, ma la tesi esposta mostra un’incredibile comprensione macro“.

Anche se queste aziende non sono certo nomi familiari, è comunque evidente che le aziende competitive stanno iniziando a valorizzare il Bitcoin e lo stanno addirittura considerando necessario.